Passa ai contenuti principali

VINI CHIARELLO




Gianni Chiarello, nel 1970, incomincia la sua grande avventura come imprenditore.
A Brendola, un paese in provincia di Vicenza adagiato sulle pendici dei Colli Berici, la sua Azienda Agricola a gestione strettamente familiare, consta oggi di ben 30 ettari vitati sia a DOC che IGT.

Sono la vera passione e la capace dedizione dell'intera famiglia a fare da motore alla conduzione delle vigne nei vari passaggi stagionali e alla gestione di tutte le fasi di cantina.

Gianni con il figlio Luigi, enologo, riconoscono al territorio e ne esaltano la vocazione di essere il giusto habitat per vini di alta caratura sia da uve autoctone quali il Garganego, il Raboso, il Durello e il Rosato che ne tramandano la tipicità; sia con quelle di carattere internazionale quali il Cabernet Sauvignon, il Merlot e il Pinot Grigio capaci di competere con i più rigorosi esami organolettici.

Aromi, sapori, fatica, innovazione, continuo impegno commerciale sono valori che non sono passati inosservati, oltre che dai numerosi estimatori dei vini della Cantina, anche dalla Camera di Commercio di Vicenza che li ha voluti riconoscere premiandoli con medaglia d'oro per il progresso economico: “Per aver conseguito nel corso di lunga e ininterrotta attività particolari risultati, nell’applicazione dei più moderni suggerimenti del progresso tecnico e sociale”.

L'evoluzione naturale di questa realtà agricola vedrà ben presto la famiglia Chiarello dedicarsi anche alla produzione dei vini Prosecco, Pinot Bianco e Sauvignon. Vini che ben sapranno interpretare sia il lavoro competente in Cantina sia le volontà dei palati più esigenti.

Tutta la gamma dei vini è riconducibile al marchio “ROCCA DEI VESCOVI” quale ricordo delle antiche mura a difesa dei presuli che dominavano il territorio brendolano ancor prima dell'anno mille. La selezione si può acquistare presso il punto vendita all'ingresso del paese; ricevere comodamente a casa o al Ristorante, oppure, chiedere la consegna nei pratici fusti a spina per le manifestazioni e tutti quei momenti conviviali dove in tanti si festeggia l'ottimo cibo e il buon vino.
 

Commenti

Post popolari in questo blog

L'Architetto del Vino

Un nuovo servizio si offre alle sempre più pressanti esigenze dei nostri Clienti: la progettazione architettonica e realizzazione di Cantine, la realizzazione di stand fieristici e la progettazione d’interni.
In molti ci chiedono se conosciamo un architetto affidabile e capace a cui domandare di realizzare su carta il proprio sogno, quello di tutta una vita, costruire o rimodernare la propria Cantina.
L’Architetto Fabio Nassuato è un uomo attento, accorto e, lo si vede subito, energico e reattivo. Lui non sta mai fermo, le sue idee sono in continuo fermento e freme dalla voglia di anticipartele. Anche i suoi lavori mostrano una profonda conoscenza della “materia” mista ad un crescente entusiasmo che non si smorza nemmeno davanti ai più ardui ostacoli. L’abbiamo visto all’opera: per lui sono fondamentali il recupero, l’ecosostenibilità e la flessibilità degli ambienti. Lo studio preliminare non riguarda solo il territorio in cui si innesta la nuova struttura, il paesaggio, ma guarda ne…

"Prospettiva 1" di Martino Zanetti secondo lo Studio Francescon & Collodi

Quando l’aria di rinnovamento si respira a pieni polmoni, quando la creatività è vibrante tra le nostre mura e quando il Cliente si mostra aperto all’innovazione ed ad infrangere determinate regole io, proprio io, mi sento finalmente LIBERA.

L’entusiamo creativo poi diventa virale e tutto lo studio Francescon & Collodi si fa partecipe di questa nuova immagine, di questo piccolo stupor mundi che si accoccola attorno al nuovo vetro e ridisegna l’intero packaging fino ad arrivare a spiegarsi su tutta l’immagine aziendale.

Stiamo parlando, perché si sa, il commercio è innanzitutto una conversazione, di Col Sandago: la perla vitivinicola voluta e creata da Martino Zanetti.
Proprio “Prospettiva 1” di Martino Zanetti, pittore, ma anche noto imprenditore che cura con altrettanta passione la sua Hausbrandt di Trieste e il birrificio Theresianer, si dipana come un gomitolo policromo a formare il filo conduttore della nuova comunicazione per immagini e sensazioni.

Prosecco vuol dire volute …

Vinitaly 2018, arriviamo!

Tutto è compiuto, tutto consegnato, o quasi. Anche quest’anno per il Vinitaly 2018 il nostro Studio ha dato il massimo e ora siamo allo stremo delle forze.

Ho sentito parlare di ripresa, di aumento del trend di vendita, di grande fermento. Ma solo sentito dire, perché di leggere e di scrivere (come dico io) non ce lo siamo permessi.
Ieri sera, dopo mesi, sono andata a fare la spesa per mettere qualcosa in quel frigorifero che, una volta tolti gli ortaggi striminziti e con la muffa, era diventato uno spaziale laboratorio criogenico: le rare volte che qualcuno in famiglia aveva provato ad aprirne un’anta aveva avvertito tutta la desolazione di questo mestiere che ci attanaglia, ci rende schiavi, ci fa mangiare qualsiasi cosa preconfezionata, ci fa dormire poco e con il pensiero sempre rivolto all’impianto mandato, alla grafica da inventare, all’etichetta che manca e a tutto il nostro quotidiano.

Ma cosa è successo? Perché mi sento di dire che siamo esausti, proprio ora che, con il Vinit…